NEWS

NEWS

12/07/2018

Operativo il Bonus per la quotazione in borsa

Operativo il Bonus per la quotazione in borsa

Diviene operativo lo sconto fiscale pari al 50% su costi di quotazione delle piccole e medie imprese inserito nella Legge di Bilancio 2018. Le voci di spesa che possono rientrare nell’incentivo sono quelli relativi alle prestazioni di servizi resi da consulenti esterni. Ampio lo spettro della natura delle attività ammissibili: consulenza legale, fiscale e di comunicazione per la visibilità della società che si quota.

L’agevolazioneè rivolta alle Pmi che dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2020 procedono alla quotazione in un mercato regolamentato o in sistemi multilaterali di negoziazione, sia questo stabilito in uno Stato Ue o aderente al See. La natura dell’agevolazione è quella del credito di imposta: un rimborso pari al 50% delle spese di consulenza sostenute fino ad un massimo di 500mila euro di bonus. Per “Pmi” si fa riferimento alla raccomandazione 2003/361/CE: società dunque che , a livello di gruppo, non impiegano più di 250 dipendenti ed il cui bilancio non supera i 50 milioni di ricavi o 43 milioni di attivo dello stato patrimoniale. La domanda di ammissione alla quotazione deve essere presentata dopo il 1° gennaio 2018 e l’ammissione deve essere ottenuta entro fine 2020.

Per quanto riguarda i costi agevolabili si tratta di attività rese da consulenti o società esterne, che non configurano servizi continuativi o periodici, e che non rientrano nella ordinaria consulenza fiscale, legale o pubblicità. Sono agevolabili, infine, anche i servizi di implementazione del sistema di controllo di gestione, quelli per la redazione del business plan redatto in vista della quotazione, le attività finalizzate a supportare la società nella revisione delle informazioni contabili storiche e prospettiche (leggasi due diligence finanziaria), la consulenza legale, fiscale e contrattuale, su temi legati alla quotazione. Sono agevolabili, infine, i servizi specifici di comunicazione necessari a presentare la società e il suo caso aziendale alla stampa specializzata ed agli investitori finanziari. I costi devono essere asseverati dal collegio sindacale o da un revisore.